Il gioco è una cosa seria. Lo dimostra Top Advisor, il concorso pensato da Pictet e da Fida per promuovere l'educazione finanziaria in Italia. Niente corsi, ma una gara tra promotori finanziari, investitori privati e, novità di questa edizione, studenti universitari: tutti possono diventare per 9 mesi gestori di un portafoglio di investimento virtuale e confrontarsi con gli altri partecipanti, i mercati e un benchmark.
 
Oltre agli interessanti premi in palio, i primi classificati potranno aggiudicarsi la partecipazione a un'esclusiva due giorni a Ginevra, dove avranno occasione di visitare la sede centrale di Pictet e prendere parte a un corso di formazione sulle tecniche di costruzione efficiente del portafoglio.
 
Viaggio nel mondo Pictet
Da pochi giorni si è concluso il viaggio dei vincitori dello scorso anno: 48 ore trascorse fra turismo (con un tour della città) e finanza: un'opportunità unica per osservare dall'interno il mondo dell'asset management, grazie alla visita della sede storica e del trading floor di Pictet. Uno spazio nel quale, tra schermi e scrivanie, operano 130 trader.  
A guidare i vincitori sono stati i manager del gruppo. Manuel Noia, direttore commerciale di Pictet AM Italia, ha offerto una panoramica del patrimonio gestito, pari a 403 miliardi di euro. Il sales director Marzio Gussago ha dipinto lo scenario attuale tra Cina, Europa e scelte della Fed. Luca Lodi (Fida) si è concentrato su volatilità e asset allocation. Andrea Delitala, responsabile investment advisory di Pictet, ha parlato delle correlazioni tra asset class.  
 
La finanza per tutti
Le prime due edizioni sono state un successo: 2.500 partecipanti all'esordio e oltre 2.900 tra il primo ottobre 2014 e il 30 giugno 2015. Il 15 ottobre si riparte, con un percorso che si concluderà il 15 luglio 2016.
 
Oltre ai professionisti del settore che vogliano misurarsi con questa sfida, Top Advisor è aperto a privati e studenti, in linea con gli obiettivi del concorso: permettere anche a persone lontane dal mondo della finanza e degli investimenti di utilizzare strumenti altamente specializzati, come una piattaforma di negoziazione e analisi dei fondi, impostata come fosse quella di un gestore.
 
Riflettere sulla costruzione efficiente del portafoglio consentirà di comprendere più a fondo i meccanismi che guidano un investimento equilibrato. La simulazione dimostrerà che la capacità di resistere all’emotività e un portafoglio ben costruito attraverso asset class differenti e non correlate, permettono di affrontare il mercato in ogni situazione.

 
Uno degli errori principali che Top Advisor mette in evidenza è lo scarso successo delle strategie basate sulle mode finanziarie del momento. O, al contrario, alla convinzione che i rendimenti passati siano un indice attendibile di quelli futuri. Convinzioni che vengono meno con il crescere dell'educazione finanziaria e con la diffusione di un'informazione corretta. Ecco perché il concorso è accompagnato da notizie e aggiornamenti, pubblicati sul sito dedicato Topavisor.it 

Ai nastri di partenza 

Educazione, informazione ma anche sana competizione. I partecipanti saranno valutati in base a sharpe ratio e performance
In palio non c'è solo la due giorni di Ginevra: dopo nove mesi, chi salirà sul podio di ciascuna categoria riceverà premi scelti attentamente per essere in linea con uno dei capisaldi di Pictet: la sostenibilità (non solo finanziaria, ma anche ambientale).
 
Ogni 3 mesi, inoltre, saranno premiati i primi 3 classificati di ogni categoria e, una volta al mese, Bluerating intervisterà i primi classificati: un'opportunità per accrescere visibilità e reputazione, in linea con una convinzione di Pictet: l'importanza del personal branding per i promotori finanziari. E per la nuova categoria ammessa quest'anno, quella degli studenti, anche l'esclusiva opportunità di uno stage presso Pictet e Fida.