La forma è quella di un gioco, un percorso virtuale per costruire e gestire il proprio portafoglio. Ma è anche un’iniziativa seria, perché ha come obiettivo diffondere la cultura finanziaria in Italia e sensibilizzare gli utenti. Oltre, ovviamente, a valutare le capacità dei partecipanti in fatto di strumenti di risparmio gestito e di valutazione di un portafoglio. Pictet crede molto in questo genere di proposte, perché imparare sul campo vale molto di più che farlo sui libri. Ed è anche più divertente.

Oltre 2900 gestori in competizione 

Quella attualmente in corso è la seconda edizione di Top Advisor.  Il concorso è destinato a tutti gli utenti internet maggiorenni residenti in Italia. È partito lo scorso settembre e si concluderà a luglio, quando verranno comunicati i vincitori. Il pubblico ha risposto bene: sono 2.929 i gestori iscritti tra il primo e il secondo giro di boa, in crescita rispetto agli oltre 2.500 della prima edizione. Una competizione aperta a tutti, dai promotori finanziari agli investitori, dai consulenti ai privati. Un concorso unico, che permette di gestire il proprio portafoglio e di destreggiarsi tra mercati, azioni, obbligazioni e benchmark di riferimento . Una sfida non semplice, ma estremamente stimolante.

Studiare e pianificare
Le regole sono state ideate apposta per portare i gestori a ragionare in una logica di lungo termine e per stimolare l’utilizzo di prodotti del risparmio gestito. Chi partecipa deve elaborare una precisa e accorta strategia di investimento a partire dai 100.000 euro virtuali messi a sua disposizione. Nel suo portafoglio deve esserci spazio per almeno cinque comparti Pictet e la concentrazione massima su un singolo comparto non deve superare il 30% del controvalore dell’intero portafoglio. La funzione di questo limite è chiara: diversificare per diminuire il rischio di perdite. Proprio come avviene negli investimenti reali.
Per avere successo e stare nella parta alta della classifica è quindi necessario informarsi, studiare, analizzare e ragionare sull’universo finanziario: grazie alla piattaforma FIDA messa a disposizione dei concorrenti, tutto questo è possibile per riuscire a movimentare il proprio portafoglio nel modo giusto.

Il premio: imparare dai migliori
Rispetto alla prima edizione è stato anche inserito il confronto con un benchmark e la classifica si basa sull’information ratio per poter calcolare la qualità dell’asset allocation correggendo il rendimento per il rischio. In palio per i 15 vincitori un viaggio di due giorni a Ginevra, dove nel quartier generale di Pictet gli specialisti della Banca metteranno a disposizione la propria conoscenza per costruire un portafoglio efficiente. Non c’è niente di più utile che imparare dai migliori.