Dopo la pausa agostana, il calendario economico di settembre è già denso di appuntamenti di primaria importanza per scaldare i motori e capire come si chiuderà l’anno. 
 
Dati e politica economica
Dopo la diffusione dei nuovi dati su occupati e disoccupati in Italia e dell’indice sul PIL in termini reali destagionalizzato del primo settembre, si avranno nuove indicazioni per capire se la ripresa nel nostro Paese c’è davvero o no. Il 3 settembre la Banca Centrale Europea annuncerà il nuovo tasso di rifinanziamento, principale parametro per il costo del denaro nell’Eurozona. Mario Draghi a giugno non ha ritoccato i tassi, rimanendo sul minimo storico (0,05%) e confermando che il Quantitative easing durerà fino a settembre 2016 o finché non ci sarà un’inflazione vicino al 2%. La previsione quindi è che la politica monetaria della BCE non cambierà direzione a breve. E le evoluzioni della crisi greca, in qualunque direzione vadano, non dovrebbero turbare le decisioni di politica monetaria di Bruxelles.
 
Il 4 settembre sono in arrivo nuovi dati sulla disoccupazione americana, che potrebbero rivelare un ulteriore recupero del mercato del lavoro a stelle e strisce dopo i segni più sui nuovi posti di lavoro dei mesi precedenti. Numeri che però non hanno ancora portato la Federal Reserve a una inversione di tendenza sul costo del denaro. Su questo fronte, si aspettano notizie il 17 settembre, quando la Banca centrale americana dovrà decidere se alzare o meno i tassi di interesse dopo aver deciso, lo scorso luglio, di lasciarli invariati allo 0,25%. Il Fondo monetario internazionale, intanto, ha esortato la FED ad aumentare i tassi a partire dalla prima metà del 2016.
 
Tornando all’Italia, l’11 settembre l’Istat diffonde i dati sulla produzione industriale. Il mese si chiude con la diffusione, sempre da parte dell’istituto di statistica, dei dati sulla fiducia dei consumatori (il 28 settembre).
 
Appuntamenti
A New York l’Onu organizza dal 25 al 27 settembre il summit per l’adozione dell’agenda post-2015, sugli obiettivi di sviluppo sostenibile per il futuro.
Su temi simili, a il 24 settembre a Milano, si tiene il Social Innovation Tournament, iniziativa di punta dello European Investment Bank Institute, organizzato per sostenere gli imprenditori europei impegnati a generare un impatto sociale, etico e ambientale.
 
Il 27 settembre si celebra la Giornata mondiale del turismo con eventi e appuntamenti per discutere del comparto. Il 28 e 29 settembre a Milano è la volta del quindicesimo Italian Energy Summit, con i principali protagonisti del settore. Negli stessi giorni la Commissione europea organizza all’Expo la Food Tourism Week con la partecipazione delle principali aziende e istituzioni del settore.