Il mondo della sanità sta evolvendo grazie alla tecnologia. Maggiore orientamento al paziente, riduzione dei costi in modo intelligente e la possibilità di seguire le persone anche all’esterno delle strutture ospedaliere. Una proposta personalizzata per ognuno di noi, impensabile fino a pochi anni fa per questioni di bilancio e tempo dei medici. Ma nel futuro potrebbe diventare realtà, con i pazienti che prenderanno parte attiva nel proprio processo di guarigione, stabilendo anche una connessione emozionale con gli specialisti.
 
L’era dell’informazione digitale per la sanità

Software utilizzabili online, dispositivi mobili, programmi di messaggistica e ovviamente anche semplici telefonate: è ricco il menu proposto della società americana Emmi per permettere il dialogo continuo tra paziente e medico. Tutte queste soluzioni ruotano intorno a un asse centrale, un sistema che si interfaccia con la cartella clinica elettronica ed è integrato con il gruppo di ricerca di Emmi, che in questo modo può valutare l’impatto degli interventi e delle prescrizioni grazie agli analytics ottenuti in tempo reale. Questo nuovo approccio ha un beneficio anche a livello psicologico sul paziente, perché diminuisce l’ansia connessa alle procedure classiche e porta a un processo di guarigione più veloce. Inoltre, sulle piattaforme web vengono pubblicati materiali informativi per coinvolgere maggiormente i pazienti ed educarli a corretti stili di vita.
 
I benefici della La consapevolezza

Avere riscontri frequenti sulle proprie condizioni di salute spinge le persone a impegnarsi maggiormente per mantenere abitudini sane. Lo spiega uno studio del Journal of Medical Internet Research, che ha monitorato il comportamento dei partecipanti al Walgreens’ Balance Rewards for Healthy Choices Program, un percorso per tracciare aspetti come il peso, gli esercizi fisici, il sonno e la pressione sanguigna. I ricercatori hanno notato che chi manteneva traccia delle proprie attività con dispositivi mobile ha seguito il programma in media per 20 settimane, contro le sole 5 di chi annotava manualmente i propri progressi.
 
Soluzioni per tutte le necessità


Sono moltissimi i programmi per chi vuole sperimentare questo nuovo corso della sanità. Patient IO permette agli specialisti di connettersi con i pazienti anche al di fuori dell’ospedale o della clinica per prescrivere medicinali, rivedere istruzioni e rilevare i dati dei report. WeIVU è una piattaforma video per customizzare informazioni su trattamenti e procedure in ogni luogo. Il pacchetto comprende video, immagini, parametri vitali, risultati del sangue, annotazioni cliniche direttamente dalla cartella clinica elettronica. AMC Health sfrutta la tecnologia bluetooth per monitorare da remoto la salute dei pazienti, mentre Cornerstones4Care aiuta i pazienti con il diabete a mantenere traccia delle terapie a base di insulina. Care4Today invece è una app per smartphone che assiste i pazienti nella gestione dei trattamenti e li incoraggia a rispettare le prescrizioni. Insomma, la scelta è già molto ampia, bastano pochi click.

La digital transformation sta rivoluzionando il settore sanità.
Sei interessato a questa tematica? Leggi anche:
​​​