Il design è quello made in Italy, che tutto il mondo conosce. La tecnologia invece viene dalla Silicon Valley. Con questa commistione di elementi vincenti, la startup italo-americana Volata Cycles, fondata nel 2015 da due laureati in ingegneria meccanica al Politecnico di Milano, Marco Savioli e Mattia De Santis, da poco ha lanciato sul mercato il primo modello di “bici hi-tech”.

Come può essere una bicicletta “altamente tecnologica”? Integrando le due ruote su strada con il mondo digitale. La bicicletta è connessa a un computer di bordo, che mostra performance, battito cardiaco e calorie bruciate, agendo poi con un sistema di notifiche sullo smartphone. Questa “bici intelligente” non ha bisogno di accessori, tutto quello di cui il ciclista necessita è integrato al suo interno: computer, meteo, navigatore, luci, antifurto e accessori di sicurezza. Acquistata la bicicletta, si scarica la app e si può salire in sella.
E non c’è nemmeno la tradizionale catena, ma una «catena di trasmissione» silenziosa e sempre pulita, che non richiede manutenzione e olio. Le luci anteriori e posteriori, integrate nel telaio, si accendono automaticamente e il clacson è elettronico. Altro che campanello. 
 
Volata Cycles ha due anime e due sedi. Una italiana, a Milano, dove si concentrano il centro di ricerca e sviluppo e quello del design. E una americana, a San Francisco, dove gestire il marketing e i finanziamenti è più semplice. In tutto, nove persone sono impegnate nel progetto.
Il target è il pubblico di alta fascia degli Stati Uniti, quell’insieme di appassionati di fitness e tecnologie, molto comune nella West Coast americana. È possibile prenotare la bici in anticipo a un prezzo di 299 dollari. Il costo del prodotto poi sarà di 3.499 dollari, con consegna nel 2017.
 
La novità è anche il sistema di raccolta di fondi utilizzato dalla startup. Si chiama SAFE, che sta per Simple agreement future equity. Un contratto che permette agli investitori di fare finanziamenti cash, convertendoli in una quota di azioni in occasione dei primi round corposi. In questo modo la società conserva la possibilità di aprirsi a un ampio ventaglio di investitori. Una modalità di investimenti smart, proprio come le bici di Volata Cycles.