Un bonifico, un giroconto, un bollettino, una ricarica, la gestione degli investimenti. Nel 2016 quattro italiani su dieci (il 39%) hanno utilizzato tutti questi servizi bancari mobile direttamente dalla app della propria banca grazie a smartphone o tablet. Un trend in crescita, anche se di poco, sul 36% del 2015. Lo rileva lo studio Ing sul Mobile Banking 2016 realizzato da ING Bank a livello internazionale: sono 15.000 gli intervistati in 15 Paesi diversi.

Italiani ancora lontani dalla media europea
Dati positivi che fanno ben sperare per il futuro, ma che posizionano l’Italia ancora lontana dai Paesi europei più sensibili a questa innovativa modalità di fruizione: la media del Vecchio Continente è del 47%, con punte del 63% in Olanda (dove il Gruppo ING ha sede), del 55% nel Regno Unito, del 52% in Lussemburgo. Molto bene anche la Spagna, con un sorprendente 51% e l’Austria, con il 50%.
La nota positiva per il nostro Paese è la voglia di colmare il gap: secondo un recente sondaggio, nel prossimo anno un italiano su quattro ha dichiarato di voler passare al mobile banking, mentre la media europea si ferma al 15% e gli americani seguono al 10%.
 
Il contante è in declino
Negli ultimi 12 mesi due italiani su tre hanno affermato di aver utilizzato meno contante e il 61% ha ammesso di essere più orientato ai pagamenti via smartphone. Oltretutto gli italiani guardano con fiducia anche a nuovi metodi di pagamento, come per esempio i bitcoin: secondo il 48% degli intervistati possono essere una nuova frontiera delle transazioni. In Europa però non è così: 3 persone su 4 si fidano più delle banche che dei nuovi gruppi entrati nel mondo del mobile payment come Google e Apple.
 
Anche Mastercard punta sui pagamenti digitali
Che il digital payment non sia una moda passeggera lo dimostra la strategia di Mastercard: il colosso delle carte ha stretto una partnership con PayPal per semplificare e migliorare i pagamenti di consumatori, esercenti e banche. Grazie a questo accordo i compratori e i piccoli commercianti potranno trasferire subito somme di denaro dal proprio account PayPal su una carta di debito Mastercard, mentre PayPal riceverà incentivi legati ai volumi delle transazioni e non sarà più soggetto alle fee sugli operatori dei portafogli digitali. I possessori di una carta Mastercard invece potranno pagare quando, dove e come desiderano grazie a una modalità dedicata all’interno di Paypal Wallet. Rapidità, sicurezza e semplicità: gli utenti digitali non chiedono altro.