Se l’agricoltura non è più solo campi e sussistenza ma si è trasformata in “agricoltura industriale”, anche il modello per valutare il comparto si è spostato da un focus sulla resa a uno basato sull’incremento dell’efficienza e della qualità. In un mondo in cui la popolazione cresce e le risorse diminuiscono, la produzione di cibo deve puntare a una sostenibilità sia per l’ambiente sia per la salute pubblica, con uno sguardo al lungo periodo. L’introduzione di tecnologie e innovazioni lungo tutta la filiera di certo può aiutare a raggiungere l’obiettivo.
 
Massimizzare il risultato
In un mondo in cui le risorse sono limitate, l’uso di acqua e fertilizzanti deve essere ben controllato e monitorato. Anche “pianta per pianta”. L’obiettivo è massimizzare il risultato, partendo da una certa quantità di risorse a disposizione. Uno scopo che si può raggiungere puntando sulle tecnologie che offrono un controllo “intelligente” delle piantagioni, come i sistemi di utilizzo di precisione dei fertilizzanti.
 
Il trasporto degli alimenti
Ma la filiera agricola è molto lunga e non si ferma alla terra e alle piante. La crescita della distanza tra il luogo dove il cibo viene prodotto e il luogo in cui viene consumato ha generato il bisogno di allungare il più possibile la vita dei prodotti sugli scaffali di negozi e supermercati. Cosa che si può fare attraverso imballaggi e trasporti efficienti. Un aiuto può arrivare dalle etichette “intelligenti” destinate soprattutto alle aziende internazionali, che tracciano il prodotto e permettono il controllo degli ingredienti.
 
Niente sprechi
Oggi solo una percentuale che oscilla tra il 35 e il 60% del peso degli animali da macello finisce sulle nostre tavole. Come si può utilizzare l’intero animale? Se la popolazione mondiale continua a crescere, il riciclaggio e l’abbattimento degli sprechi diventano un’area fondamentale per la gestione degli avanzi del cibo. Nel settore si stanno sviluppando aziende che trasformano i prodotti agricoli trattati come rifiuti in cibo monetizzabile e commercializzabile. Un esempio? L’olio da cucina usato, che può essere riutilizzato come ingrediente dei cibi per cani, gatti e altri animali domestici. Riducendo gli sprechi, e i rifiuti.