Per risparmio gestito si intende il caso in cui il risparmio di un investitore viene gestito da un intermediario finanziario specializzato, che sia società di gestione (SGR) o una banca. L’intermediario effettua tutte le operazioni di acquisto e vendita di attività finanziarie per costruire un portafoglio di investimento, caratterizzato da un livello di rischio e da una modalità di gestione (attiva o passiva) che risponde a un mandato, che può riguardare sia un patrimonio collettivo sia individuale. Agli operatori viene riconosciuta una commissione sulle attività.

 
Il complesso dei redditi incassati o maturati nel corso dell’anno è soggetto a un’imposta del 12,5 per cento. L’imposta è pagata dall’intermediario che gestisce i risparmi dell’investitore. Viene calcolata sul risultato netto maturato nel portafoglio alla fine della gestione. L’investitore quindi non deve pagare altre tasse, in quanto a pagarle è il gestore del suo risparmio, e gode del vantaggio dell’anonimato.
 
Tra i principali prodotti di risparmio gestito ci sono i fondi comuni d’investimento, gli ETF, le gestioni patrimoniali, i fondi pensione, le SICAV e le polizze vita.
 
I fondi comuni d’investimento sono istituti di intermediazione finanziaria che hanno lo scopo di investire i capitali raccolti dai risparmiatori. Chi entra in un fondo comune paga una commissione di ingresso, di gestione e di performance. Gli ETF, Exchange Traded Fund, sono fondi indicizzati quotati, cioè particolari fondi di investimento che vengono negoziati in Borsa come se fossero azioni. Le gestioni patrimoniali sono una forma di risparmio gestito in cui un soggetto risparmiatore affida la gestione del proprio patrimonio a una società specializzata. I fondi pensione sono invece uno strumento di previdenza complementare: i sottoscrittori durante la propria vita lavorativa versano periodicamente i propri risparmi nel fondo pensione per ottenere una rendita economica al raggiungimento di una certa età o del ritiro dal lavoro. Le SICAV, Società di investimento a capitale variabile, sono società per azioni aventi per oggetto esclusivo l’investimento collettivo del patrimonio raccolto mediante l’offerta al pubblico di proprie azioni. Infine, le polizze vita possono essere usate sia come assicurazioni in caso di morte, sia come forme pensionistiche individuali.